vini valtellina

sforzato

Sforzato

Lo Sforzato è il frutto della selezione delle migliori uve Nebbiolo (grappoli spargoli e sani) che subito dopo la vendemmia vengono stese su graticci in locali asciutti e ben areati detti “fruttai”(nella foto), inimitabile “genius loci” per la qualità dello Sforzato . L’appassimento dura mediamente 110 giorni e quando a fine gennaio l’aria di Valtellina ha completato il suo...lavoro, l’uva ha perduto il 40% del proprio peso, ha concentrato i succhi, ha sviluppato particolari fragranze aromatiche ed è pronta per la pigiatura. Seguono 24 mesi di maturazione ed affinamento in legno e bottiglia e solo a quel punto questo rosso caldo, figlio del freddo, con grado alcolico minimo 14% è pronto per la degustazione. Il colore è granato scuro, intensi i profumi.

I Vini a Denominazione di Origine Valtellina: Sassellasassella

Il vino è color rosso rubino tendente al granata con profumo intenso che si esalta con l’invecchiamento. Armonico e secco al gusto, leggermente tannico, viene affinato per almeno 24 mesi e con gradazione alcolica minima del 12%. Raggiunge un’ottima maturità dopo un invecchiamento di quattro, cinque anni e se mantenuto in buone condizioni di cantina si può conservare in bottiglia per lungo tempo. Si abbina particolarmente con piatti a base di carni rosse, selvaggina, formaggi e salumi di Valtellina.

valtellina superiore

I Vini a Denominazione di Origine Valtellina: Valtellina Superiore DOCG

L’affinamento minimo è di 24 mesi, di cui almeno 12 in botti di rovere. Il grado alcolico minimo al consumo è del 12%. Da disciplinare: percentuale degli uvaggi: 90% Nebbiolo, 10% altri vitigni raccomandati ed autorizati, non aromatici. Resa da uva fresca a vino finito70%. Può avere anche le denominazioni di Sottozone quali: Sassella, grumello, Inferno, valgella, Maroggia

 

maroggiaI Vini a Denominazione di Origine Valtellina: Maroggia

Vino prodotto con le uve del pendio soleggiato è di colore rosso rubino con riflessi granati. Il sapore è armonico, asciutto e vellutato. Prodotto in quantità limitata (25 gli ettari a vigneto), il Maroggia è legato alla figura di Benigno De’ Medici che nella metà del Quattrocento si fermò appunto a Maroggia dove trovò ospitalità e ristoro apprezzando in particolare il vino locale definendolo “firmum et dulce”, ossia corposo ed amabile. Come tutti i Valtellina Superiore ben si sposa coi piatti più saporiti della cucina locale, in particolare con carni e formaggi.

valgella

I Vini a Denominazione di Origine Valtellina:

Valgella

 Il suo nome deriva dal latino Vallicula, ossia vallicella. Inizialmente si differenzia dalle altre sottodenominazioni, pur mostrando un carattere ben deciso, per una certa morbidezza che comunque ne assicura un’identica tenuta per l’invecchiamento. Delicato all’olfatto, ha un sapore secco, armonico e rotondo. Fresche sensazioni floreali lo rendono apprezzabile anche giovane.Ben si abbina ai piatti di carni rosse, ai formaggi stagionati e viene soprattutto proposto con le specialità gastronomiche della valle: pizzoccheri, breasola, violino di capra.

inferno

I Vini a Denominazione di Origine Valtellina: Inferno

Le uve della zona dell’Inferno danno un vino di carattere, adatto al lungo invecchiamento, di un color rosso rubino tendente al granata. Con l’affinamento acquisisce particolari fragranze e si ammorbidisce. Il suo sapore è asciutto, armonico, leggermente tannico. E’ ritenuto il più austero fra i Valtellina Superiore. Si abbina a carni rosse arrostite, a selvaggina e formaggi stagionati.

grumello

I Vini a Denominazione di Origine Valtellina: Grumello

Colore rosso rubino tendente al granata, caratteristiche olfattive: profumo sottile ed intenso (la brugnola conferisce una sfumatura che ricorda la mandorla); caratteristiche organoletiche: asciutto e vellutato. Il Grumello, ricco di fragranze, è più sapido se ottenuto dalle uve della ben delimitata area detta dei “Dossi Salati”. Classico rosso per piatti saporiti, in particolare risotti, polenta taragna, sciatt, brasati, pizzoccheri e formaggi locali.

800 ettari vitati iscritti all'albo dei vigneti, 2042 viticoltori conduttori e/o proprietari, 32 aziende vitivinicole e 1 cantina cooperativa, 30.000 ettolitri di produzione media di vino. Sono solo alcuni dei dati diffusi dal sito www.consorziovinivaltellina.com, che evidenziano l'importanza del settore per la Valtellina.

Il valore storico dei vini valtellinesi è altresì confermato da autorevoli scritti di storici ed esperti del settore, che li autorizzano a pieno titolo a presentarsi nel mondo con successo: www.valtellina.com

Notevole l'impegno degli operatori per promuovere i vini valtellinesi, elevati ovunque alla notorietà, attraverso manifestazioni, fiere ed eventi vari. Un cenno a quelli organizzati in loco: nel capoluogo di provincia, a Sondrio "Calici di stelle" e nel centro turistico di Aprica "I tép d'ìna olta". Da non dimenticare inoltre che essi si sposano ottimamente con i piatti tipici valtellinesi, tra i quali pizzoccheri e sciatt ...

I nomi più noti

  • SASSELLA
  • GRUMELLO
  • INFERNO
  • SFORZATO
  • VALTELLINA SUPERIORE DOCG
  • VALGELLA
  • MAROGGIA

 

facebook

facebook aprica
ytoutube aprica
flickr aprica

Iscriviti alle news

captcha 
webcam Aprica
meteo Aprica
Youtube Aprica
Facebook Aprica
Si scia il 25 e 26 Nov.
Iscriviti alle news "neve e piste", ogni settimana riceverai la situazione aggiornata.
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo