Giro delle Valli di Sant'Antonio

Dal parcheggio si procede verso il centro del paese di Sant’Antonio. Arrivati alla chiesa di Sant’Antonio Abate si imbocca il sentiero n°124 sulla destra. Il percorso è caratterizzato da una bella passeggiata tra il bosco e il letto del torrente. Si prosegue sul sentiero n°124 senza fare deviazioni fino a un caratteristico ponte di legno coperto, dove riprendere fiato perché si procede verso la salita più ripida che porta alle prime Baite di Campovecchio. Al primo incrocio si prosegue sempre dritti fino al rifugio ANA di Campovecchio. Da qui si ripercorre l’ultimo tratto a ritroso e al primo incrocio si svolta a destra attraversando un ponte di legno coperto. Si procede senza deviazioni su una strada agrosilvopastorale che termina a un incrocio, si mantiene la destra prendendo il sentiero n°129 e si arriva alle prime baite della Val Brandet. Si prosegue sempre dritti fino al rifugio Brandet da cui si ripercorre l’ultimo tratto a ritroso fino a un incrocio. Si mantiene la destra iniziando la discesa su una strada di ciottoli che riporta alla frazione di Sant’Antonio.
Numero sentiero: n°124 per Campovecchio n°129 per Val Brandet
 

Equipaggiamento: 

Normale dotazione escursionistica. Si consigliano scarponi da trekking.

Servizi utili: 

Il caratteristico Borgo di Sant’Antonio

Riserva Naturale delle Valli di Sant’Antonio

Chiesetta Val Brandet dedicata a Giovanni Paolo II

Punti di appoggio: 

Ristoro Lucia - Sant’Antonio / t. 3472999473

Rifugio Val Brandet / t. 0364 1916206

Rifugio Alpini Campovecchio / t. 0364 74108

Hotel Ristorante Bar Parco - LES / t. 0364 74346



 
Trekking
  • Numero sentiero: n°124 per Campovecchio n°129 per Val Brandet
  • Lunghezza : 6,8 km
  • Quota Partenza: 1121 mslm 
  • Quota Arrivo: 1121 mslm
  • Quota massima raggiunta 1310 mslm
  • Tempo di percorrenza: 3 ore

I nostri consigli

  • usa sempre attrezzatura e un abbigliamento corretto 
  • valuta le condizioni fisiche tue e di chi cammina con te
  • considera attentamente le condizioni del terreno
  • osserva e previeni le variazioni del tempo
  • considera le ore di luce e valuta il tempo di percorrenza
  • l’entusiasmo non deve mai offuscare la necessaria prudenza